CINO GRANATA

BIOGRAFIA

Cino Granata è nato a Verona il 2 giugno 1950. Negli anni sessanta e settanta si dedica alla musica, facendosi conoscere ed apprezzare in ambito cittadino e lavorando per alcuni anni in RAI. Negli anni ottanta abbandona la musica e rinuncia ad un' offerta di lavoro che lo avrebbe portato lontano dalla sua città per un lungo periodo.

Si appassiona allora al teatro, che intraprende come attore e come ideatore e costruttore di scenografie. Scrive Camilla Bertoni: Il teatro nel lavoro di Cino Granata si percepisce ovunque,basta percorrere la galleria dei ritratti e degli autoritratti.

Lo studio della luce discende dalla scena,ma parla del teatro anche il gioco di apparizione e sparizione in cui i volti sono sfumati, il teatro si percepisce anche nei vuoti immensi, senza presenza umana, dove i protagonisti sono gli alberi, gli sfondamenti dell' orizzonte prospettico e le ombre che disegnano partizioni geometriche nere e profonde come ferite.

I ritratti e i paesaggi procurano a Cino Granata le prime due importanti mostre personali cittadine, nel maggio del 2003 e nell' ottobre del 2005, quando lo Spazio Pisanello prima e in seguito la galleria Scala Arte espongono i suoi lavori.

Ma la forte motivazione a seguire un suo percorso di ricerca lo porta a sperimentare nuove forme espressive, approfondendo alcuni aspetti già presenti nella sua poetica.

In particolare quella dimensione visionaria che caratterizza il suo mondo statico, sospeso e pesante nella sua lontananza dal vero, come scrive ancora Camilla Bertoni. Nascono così i Vasovelieri e le sue Vasovisioni,(L' incanto del visibile, Scala Arte 2006),dove il gioco della sparizione-apparizione si focalizza su un' immagine che ne vela e nasconde un' altra .

Come a dire che l' immagine visibile è soltanto una parte di qualcosa che si può solo intuire attraverso l' arte.

Cino Granata ha esposto anche all' estero. Risale al settembre 2006 una sua importante personale all' E.S.A. , Agenzia Spaziale Europea di Parigi.



Rivelazioni Tecnica mista su cartoncino 102 x 72



Tracce blu Tecnica mista su tavola 120 x 125